MUCO-01MUCO-09

La chirurgia mucogengivale si occupa del trattamento e copertura delle recessioni gengivali.

Le recessioni gengivali si verificano molto spesso a causa di traumi (esempio sppazzolamento) associati o meno a sovrainfezione batterica, posizione dentale alterata, predisposizione genetiva, spessore gengivale sottile.

Lo scopo della terapia è quella di ricoprire le radici esposte per eliminare problemi di sensibilità dentinale, rischi di peggioramenteo (approfondimento della recessione) danni alla dentina radicolare esposta (acidità del cavo orale, spazzolamento).

Prima di procedere con la copertura radicolare, il paziente deve essere istruito sulle corrette tecniche di mantenimento domiciliare dell’igiene per evitare delle recidive (reessioni spesso create da traumi nello spazzolamento/uso non corretto del filo interdentale)

Fasi operative della chirurgia mucogengivale

Le recessioni gengivali causano molto spesso dei problemi di sensibilità del dente e tendono a peggiorare nel tempo incrementando i problemi a lungo termine (erosione e/o demineralizzazione della dentina, infiammazione del parodonto). Per questo motivo la loro ricopertura è un trattamento non solo estetico ma soprattutto funzionale.

Esistono varie tecniche chirurgiche per la copertura dei colletti esposti in caso di recessione gengivale. La diagnosi iniziale corretta è quindi fondamentale per scegliere la tecnica chirurica più idonea per la copertura delle radici dentali esposte. Possiamo elencare diversi tipi di lembo (spostamento della gengiva): lembo spostato coronalmente, lembo spostato lateralmente, lembo a busta, tecniche bilaminari,… . In tutti i tipi di lembo comunque il concetto chiave può essere riassunto in un spostamento della gengiva per ricoprire la parte scoperta, eventualmente associata ad un innesto di tessuto per aumentare il volume. Il tessuto da innestare può essere prelevato dal palato del paziente (epitelio e connettivo oppure solo connettivo) oppure comprato da varie aziende che hanno creato dei sostituti di origine animale trattai per essere completamente sicuri. Qualunque sia il materiale sceto, il tessuto innestato dovrà essere suturato in maniera adeguata e reso completamente immobile per poter guarire nella maniera corretta.

Le fasi operative sono composte da: apertura del lembo di accesso, levigatura accurata della radice esposta da trattare, inserimento innesto tessuto connettivale o epitelio-connettivale e sua fissazione, sutura del lembo nella nuova posizione per ricoprire la radice. Dato che i traumi masticatori e lo spazzolamento aggressivo possono spostare il tessuto suturato, il paziente verrà istruito su come pulire e cosa mangiare nel periodo post-operatorio.

A distanza di circa 6 mesi otterremo la maturazione pressoché completa dei tessuti potendo quindi comparare la situazione iniziale e finale.

icon