La perdita dei denti sia per trauma sia per malattia parodontale o carie, rappresenta spesso un problema funzionale per i pazienti che non hanno abbastanza denti per masticare in maniera efficace.

La soluzione più semplice ed economica per riabilitare questi pazienti é rappresentata dalle protesi rimovibili. Molto spesso però la richiesta dei pazienti é quella di rendere più ritentive e più stabili queste protesi. Per questo motivo si  può ricorrere all’inserimento di impianti che permettono di ancorare le protesi a degli attacchi in titanio aumentando il comfort sia masticatorio (maggiore ritenzione e stabilità) sia estetico (rimozione dei ganci in metallo degli scheletrati). Molti pazienti già portatori di protesi mobili richiedono la trasformazione delle protesi esistenti in protesi rimovibili su impianti: le overdenture.

L’overdenture consiste in una protesi dentale rimovibile, valida sia per i pazienti che hanno perso tutti i denti, che per i pazienti che hanno riscontrato fastidi con una protesi mobile già in uso.  Facile da rimuovere benché garantisca un saldo ancoraggio alle gengive attraverso attacchi in titanio. Inoltre è molto semplice da pulire, dunque  estremamente igienica.

Tra i vantaggi dell’implantologia protesica rimovibile vi sono: forte stabilità e ritenzione agli attacchi in titanio; discrezione e conseguente incrementano dell’autostima; comfort in quanto la protesi non appoggia più solamente sulla gengiva; facilità di rimozione e quindi di pulizia. Sono quindi particolarmente indicate in pazienti con difficoltà di igiene nei quali una protesi fissa su impianti risulta sconsigliata.

Protesi rimovibili totali su impianti

Il numero di impianti necessari per supportare una protesi rimovibile su impianti dipende da quanta stabilità e ritenzione si vuole ottenere.

Normalmente si cerca di inserire il minor numero di impianti possibile in funzione del risultato desiderato. Questo concetto è di fondamentele importanza per cercare di contenere al massimo i costi biologici ed economici della procedura.

Per una protesi totale inferiore (dentiera) che si vuole stabilizzare e rendere meno mobile ne possono molto spesso bastare solamente 2 in posizione dei canini (impianti interforaminali). Inserendone 2 ulteriori in zona dei premolari/molari la stabilità e ritenzione miglioreranno ulteriormente, ma aumenteranno anche i costi. PEr una protesi superiore alla quale si vuole eliminare il palato per avere maggior comfort invece, bisogna prevedere almeno l’inserimento di 4 impianti di cui 2 nelle zone dei premolari/molari. Per questo motivo la diagnosi iniziale accurata é fondamentale per capire le reali esigenze dei pazienti.

Protesi rimovibili parziali su impianti

I pazienti portatori di protesi parziali rimovibili (scheletrati) molto spesso non apprezzano la presenza dei ganci in zona estetica (ad esempio sui canini) che sono però fondamentali per la corretta stabilitä e ritenzione della protesi. Senza questi ganci infatti non si triuscirebbe a mangiare in maniera adeguata a causa del movimento della protesi.

In questi casi l’inserimento di pochi impianti può essere una soluzione semplice, veloce e reltivamente economica per avere una ottima stabilità e ritenzione con un parallelo notevole miglioramento dell’estetica. La funzione dei ganci viene infatti completamente sostituita da attacchi di precisione su impianti (pallina, locator, novaloc, eccetera sono i più utilizzati).

In alcuni casi solamente con 1 impianto inserito in posizione strategica il comfort generale del paziente viene notevolmente aumentato.