ritrattamenti endodontici sono trattamenti canalari secondari, nei casi in cui gli elementi dentari presentino ancora dei problemi di infezioni malgrado la precedente devitalizzazione.

In questi casi il paziente, nonostante una devitalizzazione già eseguita in precedenza, presenta fastidi a carico dell’elemento dentario trattato, oppure non ha nessuna sintomatologia ma presenta a livello ragiologico dei segni di infezione cronica (granuloma). Molto spesso questo problema si verifica a causadi una terapia canalare precedente non eseguita alla perfezione (cattiva detersione, spazio per l’otturazione non riempito) oppure a  complicanze postintervento, come carie recidive o micro infiltrazioni.

Presso il nostro studio dentistico a Lugano ci occupiamo di ritrattamenti endodontici con estrema precisione grazie all’ausilio, di ingranditori ottici 6x e quando necessario del microscopio operatorio, garantendo così altissime percentuali di successo con risoluzione del problema endodontico .

Fasi operative dei ritrattamenti endodontici

Esso prevede essenzialmente 4 fasi:

  • Diagnosi, in cui viene definita la causa della patologia e si stabilisce il piano di trattamento.
  • Rimozione del materiale precedente da otturazione e devitalizzazione e di eventuali strumenti rotti, perni,…
  • Detersione e sagomatura dei canali, attraverso cui viene rimosso il contenuto del canale radicolare (polpa, batteri, detriti) e viene data una forma tronco-conica al sistema endodontico;
  • Otturazione tridimensionale dei canali, ottenuta attraverso un materiale inerte termoplastico, in grado di garantire un sigillo completo onde evitare l’insorgere di lesioni periradicolari altrimenti causate dal passaggio di batteri.

L’obiettivo di tale trattamento è quello di abbassare la carica batterica in modo tale da ottenere la risoluzione dell’infezione apicale.

Come per le devitalizzazioni primarie, anche in questo caso è fondamentale l’ulitizzo della diga di gomma, degli ingranditzori ottici e se necesasrio del microscopio operaotrio.

Quando un ritrattamento endodontico?

Il ritrattamento endodontico è indicato in caso di denti già trattati endodonticamente ma che sviluppano delle infezioni.

Su questi denti può essere necessario reintervenire nel caso in cui nella cura precedente si siano verificati dei problemi che non hanno permesso di ottenere una perfetta chiusura dei canali (anatomie complesse, presenza di calcificazioni, strumenti rotti, perforazioni,…) ed il dente nel tempo ha svluppato dei problemi di infezione acuta e/o cronica.