La parodontologia è la branca dell’odontoiatria che si occupa dei tessuti del parodonto (peri = attorno; odons = dente) e delle patologie ad esso correlate. Queste vengono chiamate genericamente malattie parodontali o parodontopatie o col termine storico usato comunemente dalla popolazione, piorrea. In realtà la malattia parodontale comprende due patologie differenti: malattia parodontale propriamente detta (con danno osseo irreversibile) e gengivite. (con danno gengivale reversibile).

Segni e sintomi della malattia parodontale

La malattia parodontale, inizia quando uno o più elementi dell’apparato parodontale (osso alveolare, legamento parodontale, gengiva, cemento radicolare) vanno incontro ad un processo patologico causando, a lungo termine, la mobilità dei denti. La mobilità è però solo uno degli ultimi segni della malattia parodontale, che a questo punto è anche ad uno stadio molto avanzato. Il primo stadio della malattia parodontale è la gengivite, ovvero l’infiammazione delle gengive che porta a vari segni e sintomi quali sanguinamento, alito cattivo, gonfiore e arrossamento (ruber, calor, tumor, dolor, funtio lesa).

COME SI CURA

Il singolo paziente svolge un ruolo primario nella cura della gengivite. La gengivite si può infatti prevenire con una corretta e regolare igiene quotidiana domiciliare (corretto uso di spazzolino, filo interdentale, scovolini interdentali e collutorio). È inoltre importante, nella prevenzione di gengiviti e parodontiti, recarsi regolarmente dallo specialista ed eseguire sedute di prevenzione primaria professionali.
Presso la nostra struttura sarete istruiti alla corretta igiene orale domiciliare e prevenzione, e verrà studiato per voi un piano di igiene personalizzato. Nei casi di malattia parodontale conclamata si valuterà la necessita di sottoporsi a procedure non-chirurgiche o chirurgiche a dipendenza della gravità del caso, sempre accompagnate dalla nostra supervisione per il mantenimento della corretta igiene domiciliare.

QUALI SONO LE CAUSE

Il cavo orale è la principale via di ingresso del nostro organismo, sia per quanto riguarda l’alimentazione, sia per quanto riguarda gli agenti patogeni. Per questo motivo vi sono numerose specie batteriche che vivono normalmente sui tessuti molli e sui denti senza creare problemi.
Una insufficiente o poco efficace igiene orale domiciliare e professionale, porta alla formazione di placca e tartaro che favoriscono la replicazione dei batteri proprio in corrispondenza delle gengive. L’infiammazione che ne deriva porta quindi alla gengivite e, in fasi più avanzate, alla parodontite. Esistono inoltre dei fattori predisponenti alla malattia pardontale quali fumo, predisposizione genetica, malocclusioni. La combinazione di più fattori porta quindi ad un maggior rischio di insorgenza ed ad una più rapida evoluzione del quadro clinico.